Realtà virtuale, il mondo futuro secondo Zuckerberg

In un bell’articolo dell’Espresso Fabio Chiusi racconta come fondatore di Facebook illustra un mondo in cui la comunicazione umana risiede in ambienti virtuali senza isolarci.


Il disabile in grado di visualizzare le proprie gambe, e allenare il cervello a muovere un primo passo. La signora troppo anziana per andare in vacanza, e che dunque si accontenta di una replica digitale dei luoghi da visitare. Gli uomini d’affari attorno a un tavolo, virtuale, per una riunione di lavoro. È una sofisticata operazione propagandistica sull’idea di realtà virtuale, e sui suoi impieghi, quella che Mark Zuckerberg ha ribadito nelle scorse ore con il suo intervento a Oculus Connect 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *